Tagliato il traguardo della Roma x due/tutti…regate per pochi e per tutti!

Post del aprile 14, 2011 da

Hanno tagliato il traguardo di Riva di Traiano dopo 535 miglia di navigazione. Hanno “volato” nell’ultimo tratto grazie a un vento anche di 40 nodi ma che li ha costretti a bolinare. Primo fra tutti Comiris, class 40 dei francesi Thierry Bouchard e Oliver Krauss che sono giunti a Riva di Traiano ieri alle ore 18.52.Molto distaccati i secondi, “Almabrada”, Felci 61 portato dalla coppia Alessandro Pacchiani e Martino Montanarini che hanno passato il traguardo questa notte alle ore 1.58, sette ore dopo i francesi.Primo nella Roma per Tutti “Ronin”, l’Andersen 50’ di Giulio Guazzini, con a bordo Mauro Pelaschier che è riuscito nel suo intento di vincere. “Ronin” ha tagliato questa notte alle ore 00.30; 34 minuti dopo è arrivato il Comet 45S “Libertine” portato da Andrea Fornaro e il suo equipaggio che è riuscito ad aumentare il distacco dal terzo “Farewell³” portata da Giancarlo Simeoli; 49 minuti. Solo undici minuti dopo è arrivato anche le Coq Hardi, X 41 Di Maurizio e Gianpaolo Pavesi. Bisognerà aspettare l’arrivo di tutta la flotta per conoscere la classifica in tempo compensato.La Roma per 2 costituisce la prima prova del circuito Lombardini Cup 2011 che conta 6 regate e si concluderà ad ottobre.
viaRoma per Due – Roma per Tutti.

Molte delle regate per barche a vela hanno una caratteristica interessante che le rende uniche nel panorama delle competizioni sportive. ROma per tutti - Roma per due - Competizioni a vela
Gare come la Roma per Tutti, la Roma per Due o la celeberrima Barcolana, hanno come partecipanti sia equipaggi di grandi professionisti, con alle spalle investimenti corposi e risorse notevoli, sia barche ed equipaggi “normali”.
Gareggiare “contro” grandi campioni, seppur in condizioni di evidente inferiorità, oltre che accrescere la preparazione e la considerazione che abbiamo delle nostre capacità, rappresenta un formidabile stimolo al sogno.
Ogni regatante, seppur sul mezzo che le sue finanze gli permettono, sogna la sera prima della partenza che il Mare gli potrà regalare la più insperata delle vittorie o dei piazzamenti. Ogni tanto il sogno si avvera, un po’ per fortuna, un po’ per capacità ed intelligenza umana, e questo è da stimolo per amare ancora di più questo tipo di sport!
A questa regata le “nostre”  protette, Hip Eco Blue di Massimo Fantini, figlia di un progetto sportivo dedicato, e Villamar di Massimo Morasca , concepita per permettere a uomini normali su barche normali di difendere le sorti del mondo normale, hanno reso onore alla competizione…
A questo punto il risultato finale decubertinamente lo omettiamo ma siamo sicuri che gli uomini e le donne a bordo di queste barche hanno dato il massimo e si sono divertiti. Alla prossima Avventura!

Regate Beneteau First 30

Posts che ti potrebbero interessare:

Che ne pensi?


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Usiamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e la sicurezza del nostro sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e la sicurezza del nostro sito.. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi